Caratteristiche e differenze dell’assicurazione dell’auto elettrica

Ci sono differenze nell'assicurare l'auto elettrica piuttosto che un autoveicolo classico? Come scegliere le polizze migliori? Questo e altro in questa guida quixa

L’assicurazione di un’auto elettrica viene spesso proposta dalle compagnie assicurative a prezzi competitivi, con la possibilità di ottenere un risparmio significativo rispetto alla polizza per un veicolo endotermico benzina, diesel, GPL o metano. I motivi sono diversi, ad ogni modo si tratta di un ulteriore vantaggio disponibile per chi sceglie di passare alla mobilità ecologica.

Le vetture ricaricabili a zero emissioni, infatti, offrono vari benefici, dall’esenzione del bollo auto di 3 o 5 anni prevista in molte regioni italiane, fino all’ingresso gratuito nelle ZTL e al parcheggio gratis nelle strisce blu. Scopriamo quali sono le peculiarità e quanto costa la polizza dell’auto elettrica, come scegliere quella giusta e come ottenere uno sconto sul premio assicurativo.

 

Come funziona l’assicurazione delle auto elettriche

Le caratteristiche dell’assicurazione di una macchina elettrica sono le stesse di un’auto tradizionale con motore endotermico. Tutti i veicoli a motore, infatti, devono essere dotati di una copertura RCA, una polizza per la responsabilità civile degli autoveicoli obbligatoria per legge, altrimenti si rischiano pesanti sanzioni come disciplinato dall’articolo 193 del Codice della Strada.

Il funzionamento della polizza è dunque il medesimo, con la sottoscrizione di un’assicurazione che copre i danni provocati a terzi durante la guida. La polizza deve garantire massimali di risarcimento minimi stabiliti dalla legge, pari ad almeno 6,070 milioni di euro per i danni alle persone e 1,22 milioni di euro per i danni alle cose.

L’assicurazione RCA dell’auto elettrica può essere personalizzata attraverso la scelta di garanzie accessorie, coperture facoltative che consentono di adeguare la polizza alle proprie esigenze. In questo modo si possono acquistare delle coperture opzionali come la garanzia cristalli, l’assicurazione furto e incendio oppure la polizza contro gli infortuni del conducente.

In genere si tratta di assicurazioni auto con durata annuale, , con pagamento del premio in un’unica soluzione o rateizzato. Alla scadenza è possibile rinnovare con la stessa compagnia, oppure cambiare assicuratore ricercando delle promozioni più convenienti, senza nessuna restrizione grazie all’abolizione del tacito rinnovo.

 

Le differenze tra l’assicurazione di auto endotermiche ed elettriche

A livello contrattuale non esistono particolari differenze per assicurare una vettura elettrica o a benzina; tuttavia, è innegabile come le polizze assicurative per i veicoli green siano più convenienti. Alcune compagnie propongono offerte e promozioni dedicate, mettendo a disposizione un premio assicurativo più basso per la copertura RCA di una macchina elettrica.

Si tratta di iniziative delle imprese di assicurazione per incentivare la mobilità sostenibile, supportando con dei benefici dedicati chi sceglie di ridurre la propria carbon footprint passando a un veicolo elettrico o ibrido. Allo stesso modo, le compagnie stanno studiando nuovi servizi accessori da integrare nella polizza per le auto elettriche, in grado di soddisfare le esigenze di chi possiede una vettura a zero emissioni.

Nel dettaglio, sul mercato si possono trovare garanzie opzionali di assistenza stradale per le macchine elettriche, per usufruire di una ricarica sul posto qualora il veicolo rimanesse fermo in strada con la batteria scarica. In alcuni casi, invece, è possibile ricaricare nelle colonnine elettriche a tariffe agevolate, grazie agli accordi tra alcune compagnie e i network europei di ricarica.

Assicurazione auto elettrica: quanto costa?

In media il costo dell’assicurazione di un’auto elettrica è del 10-30% più basso rispetto al premio assicurativo di una polizza RCA per una macchina endotermica. Si tratta di una convenienza superiore al vantaggio dell’assicurazione delle auto ibride, già di per sé polizze con un costo piuttosto ridotto in confronto alle coperture delle vetture benzina, diesel o a gas.

Le auto elettriche, infatti, sono spesso assicurate da persone con un’età compresa tra 46 e 55 anni, come rilevato dai dati UNRAE*, guidatori in genere esperti, i quali in molti casi si trovano già in una classe di merito bassa. Ciò significa avere spesso un attestato di rischio privo di segnalazioni, un aspetto che contribuisce a migliorare le condizioni assicurative al momento dell’acquisto di una nuova copertura RCA o al rinnovo della vecchia polizza.

Rispetto a una vettura a benzina, con un veicolo elettrico è possibile beneficiare di un buon risparmio economico, con un costo del premio assicurativo annuale da 80-100 euro fino anche a 200-300 euro in meno all’anno. A questo vantaggio si aggiunge l’esonero iniziale dal bollo auto, la spesa ridotta per la ricarica della batteria e i minori costi di manutenzione.

 

Come ottenere uno sconto sull’assicurazione dell’auto elettrica

Con la promozione quixa è possibile usufruire di uno sconto del 20% sulla polizza RCA di un’auto elettrica, per rispettare l’ambiente acquistando una macchina che non emette gas ad effetto serra e ottenere anche un vantaggio economico immediato.

Si tratta di un beneficio che rafforza l’impegno di quixa a supporto della mobilità sostenibile, per contribuire alla transizione energetica e alla riduzione delle emissioni inquinanti. Per sapere quanto è possibile risparmiare basta richiedere un preventivo online, con la possibilità di attivare la polizza in modo digitale e gestirla in maniera 100% smart evitando lo spreco di carta per una soluzione ecologica, pratica e moderna.

*Fonte: http://www.unrae.it/sala-stampa/altri-comunicati/4726/immatricolate-negli-8-mesi-6453-vetture-elettriche-109-il-41-a-privati-di-queste-il-724-a-uomini-e-i-34-nel-nord-italia-mentre-roma-e-al-1-posto