Le auto a gas sono considerate veicoli ecologici, in quanto inquinano meno rispetto alle macchine a benzina e diesel, inoltre il basso prezzo del carburante consente di ottenere un buon risparmio economico. In Italia è possibile scegliere tra due opzioni differenti: metano o GPL.

Entrambe le soluzioni offrono vantaggi e svantaggi, per questo motivo è importante conoscerne le caratteristiche per essere in grado di prendere una decisione consapevole. Ecco tutto quello che c’è da sapere, per capire se è meglio un’auto a GPL o metano.

Le caratteristiche delle auto con impianto a GPL

Le macchine con impianto a GPL sono dotate di un serbatoio per lo stoccaggio del gas di petrolio liquefatto, il quale viene mantenuto nella forma liquida. Il contenitore è piuttosto pesante e ingombrante, di norma realizzato in acciaio rinforzato e posizionato nel bagagliaio al posto della ruota di scorta.

Il serbatoio del GPL è equipaggiato con appositi sistemi di sicurezza, per evitare il rischio di esplosioni in caso di incidente, lasciando sempre dello spazio per l’espansione e la contrazione del gas dovuta alle variazioni di temperatura. Per l’utilizzo nel motore termico il GPL viene vaporizzato, dopodiché è miscelato con l’aria per creare la combustione e alimentare il propulsore.

Pro e contro delle auto a GPL

Le auto GPL garantiscono diversi vantaggi rispetto alle macchine a metano, tra cui il beneficio principale è il mantenimento delle prestazioni rispetto ai veicoli che usano la benzina o il diesel. Ovviamente, bisogna sempre considerare una leggera perdita di performance, tuttavia in confronto al metano questo deficit è più limitato, con maggiore spunto e più ripresa.

Un altro punto a favore del GPL è il costo più basso dell’impianto, con una spesa che di solito è meno elevata se comparata con il prezzo di un sistema di alimentazione a metano. Lo stesso vale per i costi di manutenzione inferiori, tenendo conto che la revisione dell’impianto GPL va fatta soltanto dopo 10 anni, procedendo alla sostituzione delle bombole.

Come funziona un’auto con impianto a metano

Le macchine a metano sono caratterizzate da un funzionamento simile a quello delle auto a GPL, tuttavia il gas viene mantenuto a una pressione elevata fino a 220 bar. Anche in questo caso le bombole sono in acciaio, quindi abbastanza pesanti, con dispositivi di sicurezza che evitano la possibilità di esplosioni e altri incidenti.

Quando si accelera il sistema diminuisce la pressione del metano attraverso una serie di riduttori, inviandolo al motore e regolando la miscela di gas e aria per ottenere il giusto mix per una combustione ottimale. Nelle vetture bifuel a doppia alimentazione, un apposito commutatore permette di passare dal metano alla benzina e viceversa, usando per ogni esigenza l’opzione più adatta.

Vantaggi e svantaggi delle auto a metano

Le auto a metano hanno il grande pregio di produrre pochissimi gas serra, infatti rispetto alle macchine benzina o diesel vantano fino al 20% in meno di emissioni di CO2. Altri inquinanti, invece, sono davvero minimi, con basse concentrazioni di sostanze pericolose per la salute come il monossido di carbonio e gli ossidi di azoto.

Al contrario, il costo del metano è più alto in confronto a quello del GPL, sebbene in termini di resa energetica la disparità non sia così marcata e spesso addirittura superiore. Uno svantaggio è la perdita di prestazioni rispetto alle vetture diesel e benzina, un calo di rendimento che a seconda dell’impianto può essere più o meno elevato.

Metano o GPL: quale auto conviene scegliere?

Nella scelta tra auto GPL o metano bisogna considerare con attenzione le differenze tra le due soluzioni, poiché non si tratta di una decisione semplice. I veicoli a metano sono più sicuri, infatti sono soggetti a meno restrizioni rispetto alle vetture a GPL, ad esempio quando si parcheggia la macchina all’interno di una struttura chiusa.

Ad ogni modo, è necessario riconoscere che entrambi gli impianti vantano alti standard di sicurezza, infatti i serbatoi sono progettati per supportare pressioni esterne e interne di gran lunga superiori a quelle normali. Per fare il pieno, il rifornimento di auto GPL è più facile, in quanto le stazioni attrezzate in Italia per questo carburante sono circa il triplo rispetto a quelle per il metano.

Le prestazioni migliori delle macchine a GPL sono una differenza non trascurabile, tuttavia per chi usa il veicolo prevalentemente in città questo aspetto non rappresenta un problema, mentre per fare molti chilometri l’anno è meglio scegliere un’auto GPL. Il metano, però, garantisce un maggiore risparmio economico, in quanto la resa di un chilogrammo di gas è nel complesso migliore se comparata con un litro di benzina o di GPL.

Per quanto riguarda i costi di manutenzione, per l’impianto con il GPL si spende meno, sia perché la revisione dell’auto avviene più tardi, sia per il minore prezzo di montaggio del sistema. Tutte e due le auto a gas, comunque, risultano più economiche da mantenere e più ecologiche delle macchine diesel e benzina, rappresentando dunque un’alternativa valida.

Perché scegliere un’auto GPL

  • Minori spese di manutenzione
  • Performance superiori
  • Costo più basso di acquisto e istallazione

Perché scegliere un’auto a metano

  • Migliore resa energetica
  • Costi d’esercizio più contenuti
  • Minori emissioni inquinanti

Le migliori auto GPL o metano 2021

Sul mercato si possono trovare diversi modelli di auto a gas, metano o GPL, con la possibilità di usufruire di importanti agevolazioni attraverso gli ecoincentivi Ecobonus 2020/21. Inoltre, in alcune Regioni è prevista l’esenzione dal bollo auto temporanea, oppure l’accesso alle zone a traffico limitato, aspetti da considerare prima di scegliere quale macchina acquistare.

Migliori auto GPL 2021

  • Hyundai i10, a partire da 14.900 euro
  • Dacia Duster, a partire da 15 mila euro
  • Renault Clio, a partire da 17.100 euro
  • Kia Stonic, a partire da 18.750 euro
  • Ford Fiesta, a partire da 19.050 euro

Migliori auto a metano 2021

  • Volkswagen up!, a partire da 13.750 euro
  • Fiat Panda, a partire da 16.250 euro
  • Lancia Ypsilon, a partire da 18.300 euro
  • Seat Arona, a partire da 19.900 euro
  • Skoda Scala, a partire da 22.730 euro