Nonostante le tante attenzioni che dedichiamo ai nostri amici a quattro zampe, esiste comunque la possibilità che il cane possa scappare o smarrirsi. I chip sono senza dubbio uno strumento utile per ritrovarlo in queste situazioni, tuttavia in alcuni casi potrebbero non bastare.

La soluzione migliore per proteggere il proprio animale domestico è un GPS per cani, un localizzatore satellitare in grado di indicare con precisione la sua posizione in ogni istante. Vediamo quando serve, come fare per averlo e quanto costa, per capire quando si tratta realmente della scelta giusta.

Cos’è il localizzatore GPS per cani

Il GPS (Global Positioning System) è una tecnologia di geolocalizzazione satellitare, attraverso la quale è possibile determinare la posizione di oggetti, persone e animali in modo estremamente preciso. Questo sistema sfrutta la triangolazione del segnale trasmesso da un emettitore, il quale viene elaborato da una serie di satelliti per fornire le coordinate di longitudine e latitudine.

Dopodiché, il ricevitore codifica queste informazioni per mostrare la posizione esatta all’interno di una mappa multimediale. Si tratta, ad esempio, della tecnologia usata da applicazioni come Google Maps e Waze per fornire indicazioni stradali in tempo reale, attraverso un chip inserito all’interno dello smartphone.

La rete del GPS è gestita dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, tuttavia esistono anche altri sistemi, ognuno dei quali utilizza dei satelliti in orbita di sua proprietà. Tra questi quelli più utilizzati sono il sistema russo GLONASS, quello europeo GALILEO e la rete cinese conosciuta con la sigla BEIDOU.

Dispositivi come i GPS per cani utilizzano l’infrastruttura americana composta da 32 satelliti in orbita sulla Terra, posizionati a una distanza di circa 26 mila chilometri di distanza. Questa tecnologia prevede l’uso di un localizzatore, un dispositivo che emette continuamente il segnale, il quale viene poi captato da almeno 4 satelliti.

Localizzatore GPS cani: come funziona

Il funzionamento del GPS per cani è piuttosto semplice, infatti si tratta di un piccolo localizzatore da mettere al collo dell’animale per sapere in qualsiasi momento la sua posizione. Il dispositivo emette il segnale, dopodiché 4 satelliti realizzano la triangolazione e forniscono le coordinate a un apposito ricevitore.

Per conoscere la posizione del cane basta avere un’applicazione, ad esempio un’app per smartphone o un programma desktop per il pc. In questo modo, quando si vuole sapere dove si trova l’animale basta aprire il software, per localizzare il proprio amico a quattro zampe in tutto il mondo con un margine di errore di pochi metri.

Questo sistema prevede l’acquisto  di un tracker GPS, dopodiché è necessario scaricare l’app integrata per visualizzare la posizione e sottoscrivere un abbonamento per accedere ai dati. Di norma, questo servizio prevede una piccola tariffa mensile, con la quale è possibile ricevere le informazioni in qualsiasi momento tramite le banche dati del sistema GPS.

Quando serve il GPS per il cane

I localizzatori GPS per cani sono strumenti molto utili per prendersi cura del proprio amico a quattro zampe. Innanzitutto consentono di proteggere l’animale, per evitare che possa smarrirsi e rischiare di subire un incidente, ritrovandolo subito qualora dovesse allontanarsi troppo e non riuscire a individuare la strada di casa.

Il dispositivo GPS consente di trascorrere tempo all’aperto con maggiore tranquillità, evitando la preoccupazione di poter perdere di vista il cane quando si porta al parco o in altri posti pubblici per la passeggiata. Inoltre, è possibile fargli esplorare l’ambiente anche senza guinzaglio, ad esempio creando delle zone sicure per ricevere un avviso nel caso in cui dovesse allontanarsi dal perimetro.

Non a caso il localizzatore GPS è molto apprezzato per l’addestramento dell’animale domestico, in quanto permette una migliore interazione a distanza con il cane. A seconda del sistema, alcuni dispositivi offrono anche informazioni utili, come il monitoraggio delle calorie bruciate, la distanza percorsa ogni giorno e la cronologia degli spostamenti quando si trova con altre persone.

In genere, qualsiasi amante degli animali dovrebbe considerare l’acquisto di un localizzatore, per garantire la massima sicurezza del cane e una maggiore serenità personale. Ciò vale soprattutto per chi lo lascia spesso senza guinzaglio, frequenta spesso spazi aperti, oppure per i cani particolarmente agitati che vivono in case con giardino e potrebbero allontanarsi.

Quanto costa il localizzatore per cani

Il costo del GPS per il cane dipende dalla qualità, dal tipo di tecnologia e dalle funzionalità integrate offerte dal produttore. Di solito, i modelli più economici si possono trovare a partire da 30-40 euro, altrimenti per un sistema più efficiente e completo bisogna spendere fino a 80-100 euro.

Il dispositivo viene fornito con un chip inserito in un collare, dopodiché bisogna considerare l’abbonamento al servizio GPS per l’accesso alle informazioni satellitari. In questo caso, le tariffe partono da circa 4-5 euro al mese, con la possibilità di visualizzare i dati da smartphone e tablet tramite specifiche app per device Android e iOS.

Tra gli aspetti da valutare ci sono la taglia del collare con il GPS integrato a seconda della stazza dell’animale, l’autonomia del dispositivo in base alla capacità della batteria e le funzionalità. Tra queste ci possono essere la creazione di recinti virtuali, statistiche più o meno dettagliate sull’attività svolta dall’animale e notifiche in tempo reale in caso di allontanamento del cane.

Come avere il localizzatore GPS per il cane

Il modo più semplice ed efficace per prendersi cura del proprio amico a quattro zampe è sottoscrivere un’assicurazione per animali domestici. Alcune polizze, infatti, consentono di usufruire di varie coperture, come il rimborso delle spese veterinarie e il supporto di un veterinario online, con la possibilità di ottenere anche un localizzatore GPS incluso.

Ad esempio, con Quixa Smart Dog è possibile ottenere il celebre GPS per cani Kippy Evo con la polizza, proposto a un prezzo speciale in offerta esclusiva. Questa tecnologia è una delle più apprezzate nel settore, utilizzata da addestratori e persone che vogliono tutelare il proprio animale domestico in modo impeccabile.

Kippy Evo è un activity tracker leggero e non invasivo, dotato di batteria di lunga durata per mantenere il ricevitore attivo fino a 7 giorni in caso di smarrimento. Oltre alla localizzazione GPS si possono configurare recinti virtuali attraverso il Bluetooth integrato, creando zone sicure per l’attività all’aria aperta dell’animale e ricevendo subito un avviso sul telefono in caso di allontanamento.