Per guidare l’auto durante la stagione invernale le calze da neve rappresentano una soluzione molto apprezzata, un’alternativa valida rispetto alle catene per i veicoli non equipaggiati con pneumatici invernali o modelli all season.

Questi dispositivi di sicurezza devono essere scelti con attenzione, affinché siano compatibili con le gomme della propria vettura. Inoltre, bisogna sapere come utilizzare le calze da neve, per usarle in modo corretto laddove richiesto dalle condizioni ambientali e dagli obblighi di legge.

Calze da neve per auto: cosa sono esattamente?

Le calze da neve per la macchina sono strumenti progettati appositamente per aumentare l’aderenza delle gomme, incrementando il grip in presenza di neve. Sono realizzate in materiali particolari, di norma in poliestere, per garantire una presa adeguata anche nei tratti stradali innevati.

Questi dispositivi avvolgono completamente gli pneumatici dell’auto, coprendo tutto il battistrada della gomma, con una superficie che riesce a migliorare la trazione del veicolo. Di norma, la loro durata è abbastanza lunga, tuttavia dipende dal corretto utilizzo di questi prodotti per la guida invernale.

Il rivestimento in poliestere, infatti, se entra in contatto con il manto stradale pulito tende a deteriorarsi rapidamente, riducendo di molto la sua durabilità. Per questo motivo, è essenziale adoperare le calze da neve soltanto in condizioni ottimali, per sfruttarle al massimo delle loro potenzialità ed evitare di sostituirle anzitempo.

Come riconoscere le fasce da neve omologate

Per essere in regola con le leggi italiane è necessario acquistare calze da neve omologate, nonostante sull’argomento esista ancora oggi una certa confusione normativa. In particolare, la controversia tra alcuni produttori europei e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è tutt’ora in corso, ad ogni modo ci sono dei criteri che permettono di risolvere questa diatriba.

Al momento, infatti, i dispositivi legali in Italia sono quelli certificati secondo lo standard UNI 11313, oppure conformi alla direttiva V5121. Per il ministero, invece, sono abilitati soltanto i prodotti in linea con le norme UNI 11313 o V5117, in cui vengono indicati gli ausili validi come alternativa alle catene da neve o alle gomme invernali.

In generale, nel nostro Paese si possono usare tutti i prodotti certificati V5121o UNI 11313, anche se acquistati in uno Stato UE, se dotati di apposita dichiarazione di conformità. Ciò vale tenendo conto come riferimento le normative europee, le quali autorizzano questi dispositivi per i veicoli omologati nelle categorie M1, N1, O1 e O2.

Calze da neve per auto non catenabili

Per chi possiede una macchina dotata di gomme non catenabili, sulle quali non è possibile montare le classiche catene da neve, la scelta dei sistemi anti-slittamento è meno ampia. In questo caso, per circolare laddove è presente l’obbligo dell’uso di gomme invernali, le uniche alternative alle catene sono i ragni o le calze da neve.

I ragni possono creare anch’essi alcuni problemi di compatibilità, perciò bisogna valutare lo spazio libero tra le gomme e il parafango prima di acquistare questo prodotto. Le calze da neve sono in genere l’opzione migliore al posto degli pneumatici invernali, poiché il rivestimento sottile consente di applicarle alle gomme senza particolari difficoltà.

Come si usano le calze da neve

Il montaggio delle calze da neve è più semplice rispetto all’installazione delle catene, tuttavia si tratta di un’operazione che richiede una certa dimestichezza. Per evitare di farsi trovare impreparati, rimanendo molto tempo all’aria aperta in presenza di condizioni climatiche rigide, è opportuno esercitarsi per capire come applicarle velocemente e in modo ottimale.

Ad esempio, per capire come utilizzarle, si possono vedere dei video tutorial: esistono tantissime risorse gratuite disponibili su piattaforme come YouTube. In alternativa, si possono controllare le indicazioni fornite dal produttore all’interno del libretto illustrativo. Secondo gli esperti di sicurezza stradale è importante ripetere questo procedimento alcune volte, fino a quando non si riescono a mettere le calze in pochi minuti senza difficoltà.

Ad ogni modo, bisogna innanzitutto fermare l’auto in modo sicuro, ad esempio in una piazzola di sosta oppure all’interno di un’area di servizio, controllando di aver azionato il freno a mano e lasciato le ruote dritte. A questo punto, è necessario prendere la copertura e inserirla nella parte superiore della gomma, verificando che aderisca per bene nella zona posteriore dello pneumatico.

Dopodiché bisogna avanzare un poco con l’auto, per ripetere l’operazione e fissare la calza anche nella parte della gomma che prima toccava la superficie stradale. Infine, non rimane che percorrere un centinaio di metri a basse velocità, fermando di nuovo l’auto per verificare che il dispositivo sia stato installato correttamente e proseguire il cammino in sicurezza.

Quanto costano le calze da neve per la macchina?

Il prezzo delle calze da neve per gli pneumatici dell’auto dipende da una serie di aspetti, come il modello, la taglia e il materiale della copertura. Il costo medio di questi sistemi si aggira intorno ai 50 euro, con modelli più economici che si possono acquistare a circa 30 euro, arrivando fino a 70/80 euro per quelli top di gamma.

Tra i migliori marchi del settore ci sono i prodotti di aziende come AutoSock, Bottari, ISSE, Michelin e Goodyear, tuttavia è possibile trovare un’ampia scelta di coperture sia online che nei negozi fisici specializzati. Prima di comprare le calze da neve è fondamentale verificare l’omologazione, le dimensioni e la compatibilità con gli pneumatici della propria vettura.

Pro e contro delle calze da neve per l’auto

Le calze da neve garantiscono alcuni vantaggi rispetto alle catene, infatti sono facili da montare, risultano piuttosto economiche e sono particolarmente leggere. Allo stesso tempo, questi sistemi di sicurezza non rovinano le gomme dell’auto, inoltre si possono usare anche nelle auto dotate di pneumatici non catenabili.

Al contrario, al pari delle catene da neve, non consentono di superare una velocità di 50 Km/h e non offrono la stessa aderenza delle gomme invernali. Un altro difetto riguarda l’usura elevata, specialmente se non vengono montate in maniera corretta o se sono tenute anche durante la guida su tratti stradali privi di neve.

Tuttavia, le calze da neve per l’auto possono essere davvero molto utili, non solo per aumentare il grip quando si utilizzano le gomme estive in inverno, ma anche sulle gomme M+S in presenza di condizioni ambientali estreme. Visto il loro prezzo contenuto, soprattutto chi guida spesso in zone montuose, o soggette a forti nevicate, dovrebbe sempre avere queste coperture a bordo per affrontare situazioni impreviste.