Nel nostro Paese ci sono oltre 32 milioni di animali domestici, presenti nel 52% delle case italiane secondo i dati Censis. In Europa ci posizioniamo davanti a Germania, Francia e Spagna, affermandoci come dei veri e propri amanti di cani e gatti.

Ad ogni modo, i nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di tante cure e attenzioni, con spese da sostenere che possono rivelarsi piuttosto elevate. Scopriamo come funziona l’assicurazione per animali domestici, cosa copre e perché conviene una polizza per cani e gatti.

Cos’è la polizza per animali domestici

Le coperture assicurative consentono di proteggersi contro una serie di eventi inattesi, offrendo dei servizi utili per ricevere un supporto economico o professionale in caso di necessità. La polizza per animali domestici è un’assicurazione progettata appositamente per cani e gatti, per garantire le migliori cure al nostro amico a quattro zampe.

La polizza funziona come una normale copertura per le persone, con vari servizi inclusi che possono andare dal rimborso delle spese veterinarie al pagamento di una pensione. Ogni garanzia presenta dei massimali e delle limitazioni, come indicato all’interno del contratto assicurativo.

Il massimale indica il rimborso ottenibile per ogni singola prestazione, considerando il periodo di validità della polizza, mentre le limitazioni possono essere legate alla durata del servizio, al numero di interventi o alla soglia massima di rimborso. Queste informazioni sono importanti per scegliere l’assicurazione per il cane o il gatto giusta, da valutare sempre con molta attenzione.

Come funziona l’assicurazione per animali domestici

Il funzionamento di una polizza per animali domestici è lo stesso di una copertura assicurativa per la famiglia, tuttavia offre delle garanzie per il cane o il gatto e viene sottoscritta dal responsabile dell’animale. Di solito sono disponibili varie formule tra cui scegliere, con la possibilità di personalizzare la polizza in base alle proprie esigenze.

Una volta definite le garanzie della polizza viene determinato il premio assicurativo, da pagare ogni mese, trimestralmente, a cadenza semestrale oppure una volta l’anno. Con l’attivazione dell’assicurazione è possibile ottenere dei rimborsi, ad esempio se l’animale causa danni o lesioni, oppure se ha bisogno di cure veterinarie urgenti.

Allo stesso modo è possibile ricevere assistenza, il supporto di strutture convenzionate e servizi dedicati che aiutano a prendersi cura dell’animale nei momenti più difficili. Il costo del premio dipende da alcuni fattori, tra cui la razza, l’età e il tipo di animale, con tariffe che possono variare per assicurare un cane, un gatto oppure un altro animale domestico.

Cosa copre l’assicurazione per animali domestici

Le coperture di una polizza per animali sono differenti in base alla compagnia assicurativa, ad ogni modo esistono anche garanzie di base sempre disponibili. Quella principale è l’assicurazione di responsabilità civile, con la quale ottenere un rimborso se l’animale provoca danni o lesioni a cose o persone.

Questa copertura è importante, poiché fornisce un indennizzo se il cane o il gatto causa incidenti di vario genere. Si tratta di episodi come la rottura di soprammobile quando si sta a casa di amici, oppure un morso a un ospite non gradito, con la conseguente richiesta di risarcimento da parte della persona lesionata.

Un’altra copertura indispensabile è l’assicurazione per le spese veterinarie del cane o del gatto, per ricevere rimborsi in caso di interventi chirurgici, ricoveri, visite veterinarie o medicazioni. Altrettanto vale per l’assistenza sanitaria, per trovare supporto anche in viaggio presso strutture convenzionate.

Altre garanzie accessorie possono essere un contributo per le spese da sostenere in caso di smarrimento, indennizzi per alterazioni di viaggi e vacanze causati da esigenze dell’animale, servizi di pet sitter per motivi di salute personali, oppure la richiesta di assistenza professionale a domicilio.

Conviene un’assicurazione per il cane o il gatto?

Secondo un’indagine di Federconsumatori sui costi medi per mantenere gli animali domestici, la spesa per prendersi cura dei nostri amici a quattro zampe è piuttosto elevata. In media, per un gatto spendiamo circa 873 euro l’anno, mentre per un cane intorno a 1.472 euro l’anno per un animale di piccola taglia, circa 2.159 euro l’anno per uno di taglia medio-grande.

La stessa Federconsumatori indica come si tratti di stime per animali in buona salute, quindi escludendo infortuni, malattie e altri eventi che possono richiede cure veterinarie. Terapie e interventi possono costare migliaia di euro, facendo aumentare queste somme in modo considerevole.

È evidente il vantaggio di una polizza per animali domestici, una copertura assicurativa in grado di offrire supporto economico e professionale in caso di necessità. Inoltre, si possono ottenere cure di qualità, anche quando il budget familiare non consente di affrontare spese elevate, senza contare che il prezzo di una polizza per il cane o il gatto è piuttosto basso.

Come scegliere una polizza per animali domestici

Per proteggere il proprio animale domestico è fondamentale scegliere la polizza giusta, verificando che siano presenti delle coperture utili. Ovviamente è importante considerare il rapporto qualità-prezzo, analizzando ogni aspetto delle garanzie incluse, ad esempio valutando i massimali dell’assicurazione per il gatto sulle spese veterinarie.

La polizza deve essere anche facile da gestire, possibilmente in modo digitale, per risparmiare sui costi e comunicare con la compagnia in modo agevole. Inoltre, le condizioni assicurative devono essere chiare e trasparenti, per acquistare un’assicurazione in modo consapevole e ricevere assistenza nei momenti di bisogno.

Con Quixa hai a disposizione polizze smart per animali domestici semplici e innovative, con Quixa Smart Dog riservata alla protezione dei cani e Quixa Smart Cat per chi ha un gatto. In questo modo puoi tutelare il tuo amico a quattro zampe senza preoccupazioni, per proteggerlo come un vero membro della famiglia ad un piccolo costo mensile.

 

Fonte
https://www.federconsumatori.it/news/foto/c.s.26settembre2019Costo%20animali%20domestici.pdf