La ripresa delle attività, dopo un lungo periodo di lockdown, non deve far diminuire l’attenzione, infatti è fondamentale continuare a rispettare le norme igienico-sanitarie per il contenimento dei contagi di Covid-19.

Ovviamente l’auto è un mezzo indispensabile per la mobilità privata e aziendale, tuttavia è essenziale mantenere l’abitacolo sempre igienizzato. Ecco alcuni consigli utili su come eseguire una perfetta sanificazione degli interni dell’auto

COME IGIENIZZARE GLI INTERNI DELL’AUTO

L’igienizzazione dell’auto è un procedimento necessario per garantire un abitacolo sterile, eliminando eventuali virus e batteri che possono depositarsi sulle superfici del veicolo. Ciò riguarda non solo il cruscotto e la tappezzeria, ma anche i punti più difficili da raggiungere come i condotti dell’aria condizionata. Una prima soluzione è rappresentata da un metodo fai da te, utilizzando prodotti di uso comune per sanificare gli interni della vettura. In questo caso basta il seguente equipaggiamento:

●      bicarbonato di sodio;

●      detergente per i piatti;

●      acqua calda;

●      spugna in microfibra;

●      recipiente;

●      panno sterilizzato.

Dopodiché bisogna procedere mischiando nell’acqua calda 2 cucchiai di bicarbonato e altrettanti di sapone per i piatti, immergere la spugna e passarla su tutte le superfici evitando lo sgocciolamento. Infine non resta che tamponare con un panno per asciugare i rivestimenti e la tappezzeria, mantenendo i finestrini abbassati per alcuni minuti.

In alternativa esistono degli appositi prodotti per la sanificazione dell’auto, disponibili presso negozi specializzati e store online dedicati alla pulizia della macchina. Prima dell’applicazione, però, è importante leggere con attenzione le indicazioni di utilizzo, controllando che il prodotto sia adatto all’uso sui materiali presenti all’interno della vettura.

COME SANIFICARE L’ABITACOLO CON I PRODOTTI SPRAY

Un altro metodo per l’igienizzazione degli interni dell’auto consiste nell’impiego di spray sanificanti, prodotti la cui composizione contiene delle sostanze antibatteriche e antimicrobiche. Per la distruzione di eventuali tracce di Covid-19, tuttavia, bisogna verificare la presenza di cloro, alcol etilico o isopropilico. 

A questo punto bisogna chiudere i finestrini del veicolo, spruzzando il prodotto nei tubi dell’impianto di climatizzazione e nel resto dell’abitacolo. Lo spray va sparso ovunque senza esagerare, applicandolo sulle superfici interne, sui sedili e negli scompartimenti, utilizzando una mascherina per evitare l’inalazione del composto.

Infine è necessario accendere il motore mantenendo i finestrini sempre chiusi, attivare l’aria condizionata con l’opzione di ricircolo e aprire tutte le bocchette, configurando la potenza massima e lasciando in questo stato per circa 15/20 minuti

Il trattamento è piuttosto efficace, basta acquistare prodotti raccomandati dal Ministero della Salute e non eseguire l’intervento con una frequenza eccessiva tra un’applicazione e l’altra, garantendo un abitacolo perfettamente salubre e incontaminato.

IGIENIZZAZIONE INTERNI AUTO CON OZONO

Oltre alle operazioni di sanificazione fai da te, eseguibili anche da soli in modo abbastanza semplice ed efficace, è possibile igienizzare l’auto all’interno attraverso un trattamento con l’ozono. Si tratta di un procedimento più complesso, effettuato presso centri specializzati.

Il Ministero della Salute indica l’ozonizzazione come un processo in grado di eliminare virus, batteri, funghi e muffe, seguendo le indicazioni sulla concentrazione della sostanza e la durata dell’esposizione. Allo stesso tempo manca ancora un’adeguata base scientifica, quindi rimane un intervento consigliato, ma non confermato come sterilizzante contro il Coronavirus.

Ad ogni modo gli esperti suggeriscono una durata dell’igienizzazione dell’auto con l’ozono di almeno 22 minuti, evitando concentrazioni troppo basse per svolgere un’azione efficace, ma anche eccessivamente elevate, per non danneggiare i dispositivi elettronici della macchina. 

Il costo dell’ozonizzazione dipende dal centro e dal tipo di intervento realizzato, con un prezzo che in media può andare da un minimo di 15 euro fino a un massimo di 50 euro. Inoltre è opportuno aspettare circa 5/10 minuti dopo l’applicazione, ventilando bene l’abitacolo prima di salire a bordo.

COME PULIRE E SMACCHIARE I SEDILI DELL’AUTO

Oltre a sanificare l’auto è importante mantenerla sempre pulita, infatti prima di procedere con l’igienizzazione è consigliato effettuare una pulizia dell’abitacolo e del sedili, rimuovendo lo sporco ed eventuali macchie sulla tappezzeria. Per pulire i sedili dell’auto bisogna innanzitutto passare un aspiratore, rimuovendo le particelle di polvere e gli altri residui dalla superficie. Dopodiché è possibile lavare i tessuti, usando del sapone liquido e un po’ di bicarbonato di sodio. Per strofinare i sedili si può utilizzare una spazzola con setole morbide, senza esercitare una forza eccessiva.  

Per smacchiare i sedili dell’auto, invece, il procedimento è legato al tipo di sostanza presente, come tracce di caffè, olio oppure il rigurgito di un bambino. Ad esempio, per il caffè si può usare l’aceto, basta mischiarne mezzo bicchiere in uno d’acqua, tamponare la macchia e lasciare agire il composto per 15 minuti circa.

L’olio, al contrario, richiede l’utilizzo del borotalco e un po’ di sale, per poi risciacquare con della normale acqua e del sapone, oppure adoperando uno sgrassatore naturale. Per il vomito il detergente più efficiente è l’acqua minerale se la macchia è ancora fresca, altrimenti potrebbe essere necessario adoperare uno smacchiatore professionale.

COME PULIRE LA TAPPEZZERIA IN PELLE DELL’AUTO

Un approccio più delicato merita senza dubbio la pulizia della tappezzeria in pelle, un materiale più sensibile rispetto a quelli tradizionali utilizzati di solito per gli interni dei veicoli. Innanzitutto bisogna sempre accendere il riscaldamento prima di cominciare, poiché in questo modo la superficie sarà più semplice da trattare.

Inoltre è fondamentale usare soltanto prodotti specifici per pelle e cuoio, altrimenti il rivestimento potrebbe rovinarsi irrimediabilmente. In questo caso esistono in commercio degli appositi emollienti, utili specialmente per pretrattare le macchie prima del lavaggio vero e proprio. 

SANIFICAZIONE INTERNI AUTO: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Per diminuire il rischio di contaminazioni da Covid-19 è indispensabile mantenere l’auto sempre igienizzata, specialmente all’interno dell’abitacolo, in quanto essendo un ambiente chiuso rappresenta una possibile minaccia per il contagio da Coronavirus.

Gli esperti raccomandano la sanificazione delle superfici principali, quindi dei rivestimenti con i quali si entra in contatto più spesso come il pomello del cambio, il volante e le maniglie, ogni volta che si entra in auto. Prima e dopo l’intervento è indicata la sterilizzazione delle mani, usando prodotti a base di alcol liquido o in gel con una concentrazione al 70%. 

Per la sanificazione rapida dell’abitacolo basta appena un panno e un detergente, ad esempio un prodotto con alcol, cloro, etanolo o candeggina. Ovviamente per gli inserti in pelle vanno evitati sia il cloro che l’alcol, utilizzando invece soluzioni specifiche per non rovinare questi rivestimenti. 

Questa operazione va eseguita tutte le volte che si entra in macchina, mentre la sanificazione completa, con ozono, vapore o spray, andrebbe effettuata almeno ogni 3 mesi, includendo anche al sterilizzazione integrale dell’impianto di climatizzazione.