Guidare durante la stagione invernale può nascondere numerose insidie, soprattutto quando non si è abituati e non si conoscono le regole da rispettare per condurre il mezzo in sicurezza. Il ghiaccio e la neve, infatti, cambiano le condizioni del manto stradale, influenzando il comportamento del veicolo.

Per evitare di ritrovarsi in una situazione difficile da gestire è importante evitare alcuni errori comuni, mantenendo sempre la massima prudenza e adeguando l’andatura al contesto ambientale. Ecco alcuni consigli per guidare sul ghiaccio, con tutte le indicazioni più importanti da seguire per non perdere il controllo del veicolo.

Usare sempre le gomme invernali

Sul ghiaccio e la neve l’aderenza dell’auto è diversa, per questo motivo è fondamentale montare pneumatici invernali omologati. Le gomme devono essere di buona qualità, contrassegnate dalla marcatura CE e dotate della sigla M+S, inoltre è indispensabile montarle su tutte e quattro le ruote.

Le gomme invernali devono anche essere in buone condizioni, quindi bisogna verificare la pressione e valutare l’usura del battistrada, affinché non sia inferiore ai 3 mm. Ad ogni modo è necessario avere a bordo anche le catene da neve, in quanto in condizioni particolarmente severe è consigliabile montarle per aumentare il grip.

Adottare la massima prudenza alla guida

Per guidare su una strada ghiacciata o innevata è necessario essere prudenti, usando il buonsenso per evitare di perdere il controllo della vettura. La prima cosa fare, dunque, è ridurre la velocità adattandola alle condizioni del manto stradale, per diminuire il rischio di sbandate e migliorare la tenuta.

Allo stesso modo bisogna dare gas con dolcezza, evitando le accelerazioni e le frenate brusche, aumentando la distanza di sicurezza dagli altri veicoli. Anche lo sterzo deve essere utilizzato senza strappi, cercando di tenere il volante dritto e realizzando le curve in modo progressivo, accelerando soltanto quando le ruote sono di nuovo dritte.

Partire solo dopo aver preparato l’auto

La guida su neve e ghiaccio richiede la preparazione dell’auto per garantire la massima visibilità e un ambiente confortevole che aiuta a guidare con tranquillità. Innanzitutto, non bisogna mai partire prima di sbrinare il parabrezza e il lunotto, dotandosi se necessario di appositi prodotti antighiaccio.

Inoltre, bisogna sempre accendere il climatizzatore, evitando di abbassare i finestrini o di adoperare l’aria calda che arriva dal motore. L’impianto di riscaldamento permette di ottenere un comfort adeguato nell’abitacolo, aiuta a mantenere i vetri puliti e garantisce una visuale ottimale durante tutto il viaggio.

Attenzione agli spazi di frenata

Le auto moderne dispongono di innovativi sistemi elettronici, i quali aumentano la stabilità in curva, riducono il rischio di sbandate e rendono la frenata di emergenza più efficiente. Questi dispositivi, però, funzionano bene soltanto in condizioni normali, mentre sul ghiaccio e la neve diventano meno precisi.

In inverno è importante considerare sempre una distanza di sicurezza maggiore, in quanto gli spazi di frenata sono più lunghi. Ciò vale anche in presenza di ABS, ESP e altri sistemi di assistenza, perciò è necessario lasciare uno spazio adeguato ad arrestare il veicolo in sicurezza.

Come frenare su ghiaccio e neve

Guidare sul ghiaccio richiede molta attenzione alla frenata, infatti spingere con forza sul pedale può causare il bloccaggio delle ruote e la perdita di controllo della macchina. L’opzione migliore consiste nel frenare dolcemente, utilizzando quanto più possibile l’azione del freno motore mantenendo le ruote dritte.

Laddove possibile è meglio non usare i freni, ma scalare le marce, impostando gradualmente un rapporto sempre più basso fino a raggiungere la velocità desiderata. Ovviamente bisogna cercare di frenare su un tratto di strada rettilineo, poiché in curva l’aderenza si riduce in modo considerevole.

La partenza su neve e ghiaccio

Un momento delicato quando si guida su una strada ghiacciata o ricoperta di neve è la partenza, durante la quale l’auto potrebbe slittare. Per evitarlo è possibile usare la seconda marcia, in quanto rispetto alla prima consente di erogare la potenza alle ruote in modo meno brusco e diretto.

In questo caso è importante rilasciare gradualmente il pedale della frizione, dando gas senza spingere troppo sull’acceleratore. Durante la marcia è preferibile utilizzare delle marce alte, per diminuire il rischio di sbandate e aumentare l’aderenza sul manto stradale, mantenendo sempre una velocità moderata.

Come affrontare le curve sul ghiaccio

In presenza di ghiaccio o neve le curve rappresentano il punto più complesso, in quanto la possibilità di perdere il controllo della vettura è piuttosto alto. Prima di tutto bisogna ridurre la velocità, frenando lentamente durante il rettilineo per evitare di azionare i freni quando si sta affrontando la curva.

A questo punto lo sterzo deve essere mosso delicatamente, assecondando l’auto senza movimenti bruschi. In caso di sbandata è possibile rilasciare l’acceleratore, aspettando se possibile il recupero della macchina prima di frenare, altrimenti se il movimento è leggero nelle auto a trazione anteriore si può dare gas per riprendere il posteriore.

Guidare in discesa sul ghiaccio e la neve

Se da un lato le salite non costituiscono un grande problema, poiché aiutano a ridurre lo spazio di frenata, in discesa diventa tutto più complesso, con un rischio elevato di sbandate e slittamenti in caso di bloccaggio delle ruote. Per questo motivo è indispensabile evitare il bloccaggio, quindi bisogna usare il meno possibile i freni e ridurre la velocità.

Per frenare in discesa su una strada ghiacciata o innevata meglio utilizzare il freno motore, impostando una marcia corta, come la seconda, e tenendo sempre il volante dritto. Particolare attenzione richiedono le curve in discesa dove è consigliabile prima rallentare e scalare una o più marce per fare la curva a velocità costante senza frenare.