Le compagnie assicurative stanno facendo da apripista alla tecnologia legata alle scatole nere, dispositivi che dal 2022 potrebbero diventare obbligatori in tutta Europa. Al momento questi sistemi sono facoltativi, infatti vengono proposti con la polizza auto per risparmiare sul premio assicurativo.

Ovviamente i vantaggi delle black box sono numerosi, dal soccorso stradale alla telemetria, una soluzione per ridurre i contenziosi e migliorare la sicurezza stradale. Ecco come funziona l’assicurazione auto con scatola nera, quali sono le sue funzionalità, i pro e contro.

COS’È LA SCATOLA NERA PER AUTO

La scatola nera rappresenta una tecnologia innovativa per le autovetture, il cui utilizzo originale è stato introdotto in ambito aeronautico per la prevenzione degli incidenti aerei. Si tratta di un dispositivo elettronico con connettività satellitare, un apparecchio di sicurezza che viene installato all’interno del veicolo.

La black box, come viene chiamata comunemente, consente di monitorare una serie di funzionalità dell’auto, registrando ad esempio lo storico della velocità e alcuni parametri tecnici della vettura. Il suo punto di forza è il rivestimento ultraresistente al suo esterno, una copertura che in caso di incidente consente comunque di recuperarla.

Nella black box c’è un sistema di geolocalizzazione, una tecnologia che funziona attraverso la rilevazione GPS con i satelliti, per sapere dove si trova l’auto in ogni momento e con assoluta precisione. Inoltre, sono presenti diversi sensori, dispositivi che permettono di ottenere una serie di informazioni utili sulle condizioni di guida.

A COSA SERVE LA SCATOLA NERA IN MACCHINA

L’installazione della scatola nera all’interno della vettura, di solito montata dentro lo scompartimento del motore, consente di usufruire di alcuni servizi importanti. Innanzitutto è possibile tracciare la posizione del veicolo in ogni istante, per sapere sempre dove si trova e aumentare la sicurezza in caso di incidente, guasto o malore del conducente.

Alcune vetture di ultima generazione sono dotate, ad esempio, di sistemi per le chiamate di emergenza, i quali se abbinati alla black box possono garantire elevati standard di sicurezza. Inoltre le scatole nere permettono di ottenere dati utili per le telemetria, per questo motivo sono dispositivi molti impiegati in Formula 1 e in altre gare legate al mondo dei motori.

Le black box registrano tantissimi dati durante la circolazione, tra cui:

·         velocità;

·         localizzazione geografica;

·         tempi delle soste;

·         accelerazioni e frenate;

·         marce e uso del cambio;

·         attivazioni dei sistemi di sicurezza;

·         utilizzo dei dispositivi di ritenuta;

·         chilometri percorsi.

In caso di incidente la scatola nera fornisce delle prove fondamentali per ricostruire le dinamiche del sinistro stradale, ad esempio indicando se il conducente andava troppo veloce, se indossava le cinture di sicurezza, oppure da quanto tempo fosse alla guida. Inoltre, offre anche una rilevazione precisa dell’impatto, grazie a sensori come gli accelerometri che calcolano la forza dell’urto.

COME FUNZIONA LA POLIZZA AUTO CON SCATOLA NERA

Una delle applicazioni più comuni della black box è tramite le compagnie assicurative, che permettono di scegliere una polizza auto con scatola nera. Si tratta di una copertura auto che permette di avere un dispositivo che garantisce assistenza satellitare, un sistema vivavoce integrato e un pulsante di emergenza per aumentare la sicurezza stradale e ottenere, così, una polizza più conveniente.

Al momento, infatti, questi dispositivi non sono obbligatori, tuttavia molte compagnie assicurative offrono la possibilità di installare le scatole nere nel proprio veicolo e ottenere una serie di vantaggi. Ad esempio è possibile risparmiare sul premio assicurativo, oppure evitare l’aumento della polizza in caso di guida prudente e con nessun incidente all’attivo.

Allo stesso tempo è possibile consultare i dati sulla telemetria, per migliorare il proprio stile di guida e diminuire i consumi, le emissioni inquinanti e aumentare la sicurezza. Inoltre, si può beneficiare di un sistema di emergenza in caso di incidente, per chiamare i soccorsi e ottenere supporto immediato, qualora fosse necessario.

La polizza auto con scatola nera viene proposta spesso in comodato d’uso, quindi non bisogna pagare nulla per l’installazione, basta rivolgersi presso una delle officine indicate dalla compagnia assicurativa. In seguito è possibile accedere alle informazioni della black box in modo telematico, tramite web console o app per i dispositivi mobili.

SCATOLA NERA: QUALI VANTAGGI OFFRE L’ASSICURAZIONE

Per quanto riguarda i vantaggi della scatola nera con l’assicurazione auto, questa combinazione permette di risparmiare sui costi dell’acquisto e dell’installazione del dispositivo. La black box, infatti, viene fornita dalla compagnia, che si occupa anche del montaggio indicando una serie di officine convenzionate.

Ciò significa che non bisogna pagare nulla, senza contare che il montaggio è piuttosto veloce e viene realizzato in poco tempo nei centri specializzati. In più è possibile beneficiare di sconti sulla polizza auto, con la possibilità di ottenere riduzioni del premio assicurativo che premiano, di fatto, chi dimostra di seguire uno stile di guida prudente.

In caso di incidente le scatole nere consentono di provare la colpa del sinistro, un aspetto importante soprattutto se l’evento avviene in zone isolate senza la presenza di testimoni. La presenza del GPS è un vantaggio anche in termini di sicurezza stradale, per ricevere assistenza qualora non fosse possibile usare smartphone o altri device elettronici.

ASSICURAZIONE CON SCATOLA NERA: QUALI SONO GLI SVANTAGGI

L’assicurazione auto con la scatola nera prevede un sistema premiante a rinnovo, quindi i vantaggi economici che premiano lo stile di guida e la mancanza di incidenti non vengono forniti subito, ma sulla polizza successiva. In questo modo se alla scadenza si cambia assicurazione si perdono i vantaggi maturati, ricominciando da zero con un’altra compagnia.

Allo stesso tempo è necessario controllare i termini d’uso del servizio, poiché alcune società prevedono l’indicazione di un numero massimo di chilometri inclusi, al cui superamento potrebbero decadere i benefici della black box.

CONVIENE SOTTOSCRIVERE UN’ASSICURAZIONE CON SCATOLA NERA?

La scelta di una polizza auto con scatola nera rappresenta senza dubbio un’opzione conveniente, in quanto permette di risparmiare sul costo dell’assicurazione. Ovviamente il vantaggio maggiore riguarda chi deve pagare un premio assicurativo alto, come i neopatentati, e chi vive in zone ad elevato tasso di furti e sinistri stradali.

SCATOLA NERA AUTO OBBLIGATORIA

Al momento la scatola nera è facoltativa e viene proposta dalle compagnie assicuratrici per ridurre i contenziosi, un modo per garantire a tutti gli automobilisti tariffe più convenienti. Il vantaggio economico dipende dunque dal numero di automobilisti che scelgono questa soluzione, perciò più persone installano una black box maggiore sarà il risparmio per tutti.

Le istituzioni italiane ed europee stanno lavorando sull’obbligatorietà della scatola nera, un’opzione che potrebbe essere adottata nei prossimi anni, soprattutto in vista della diffusione delle auto a guida autonoma. Inoltre, questi dispositivi aiuteranno a contrastare le truffe assicurative, miglioreranno l’assistenza in caso di emergenza e saranno fondamentali per la corretta ricostruzione degli incidenti.