La corretta manutenzione dell’auto è un aspetto fondamentale, da curare sempre con attenzione per garantire condizioni di guida sicure, prestazioni adeguate e consumi ottimali. Questa regola vale tutto l’anno, ma in particolare, quando bisogna percorrere molti chilometri, è indispensabile effettuare sempre alcune verifiche.

Il check-up dell’auto prima di partire è un’operazione essenziale, per valutare lo stato del veicolo e correggere eventuali anomalie, ad esempio una spia che rimane accesa, il livello dei liquidi insufficiente o una lampadina fulminata.

Ecco cosa controllare prima di un viaggio in auto:

·         verifica dei liquidi

·         controllo dei pneumatici

·         revisione del sistema frenante

·         manutenzione del climatizzatore

·         stato della ruota di ruota

·         funzionamento delle luci

·         pulizia dei filtri

·         revisione della batteria

·         controllo sistemi di sicurezza

·         verifica dei tergicristalli

Controllo dei pneumatici

Il check-up dell’auto prima di partire deve sempre includere il controllo delle gomme, elementi essenziali per il corretto funzionamento del veicolo. In particolare bisogna verificare l’usura dei pneumatici, affinché la profondità dei tasselli sia superiore al minimo di 1,6 mm previsto dal Codice della Strada.

Inoltre è opportuno ripristinare i valori corretti per la pressione delle gomme, realizzando se necessario un intervento di equilibratura. Pneumatici in perfetto stato consentono di ridurre i consumi di carburante, diminuire la rumorosità durante la guida in autostrada e garantire un’aderenza ottimale soprattutto in curva e in condizioni di emergenza.

Verifica dei liquidi

Nella manutenzione dell’auto è indispensabile verificare i livelli dei liquidi, fondamentali per il corretto funzionamento del veicolo. Ciò è ancora più importante quando si guida in condizioni estreme, ad esempio in estate con le alte temperature che mettono a dura prova il motore, oppure in inverno per evitare congelamenti e riduzioni delle prestazioni.

In questo caso è necessario controllare l’olio motore, il liquido dei freni e il fluido refrigerante dell’antigelo. Il livello dovrebbe sempre stare leggermente al di sotto del valore massimo, tuttavia prima di effettuare il rabbocco bisogna assicurarsi di usare prodotti compatibili, scegliendo liquidi originali di buona qualità.

Revisione del sistema frenante

freni sono indispensabili per garantire la sicurezza durante un viaggio in auto, perciò bisogna far verificare l’impianto frenante da un tecnico specializzato. Si tratta del primo sistema di protezione in caso di emergenza, inoltre consente di modulare l’arresto del veicolo diminuendo le dispersioni energetiche.

Tra i controlli da effettuare ci sono l’usura delle pasticche, lo stato dei dischi e quello delle ganasce posteriori nei modelli di fascia medio/bassa, senza dimenticare anche le tubazioni e le spie. Allo stesso modo va realizzato un check-up del sistema di antibloccaggio, per accertarsi che funzioni correttamente.

Manutenzione del climatizzatore

Uno dei controlli estivi dell’auto è senz’altro la verifica dell’aria condizionata, un impianto indispensabile per assicurare un ambiente confortevole all’interno dell’abitacolo. Inoltre, l’uso del climatizzatore consente di risparmiare in autostrada, poiché permette di mantenere chiusi i finestrini e ottimizzare i consumi di carburante.

In particolare è necessario vedere se il liquido refrigerante è ancora presente, altrimenti bisogna provvedere alla ricarica dell’aria condizionata, un’operazione che andrebbe svolta almeno una volta l’anno comunque mai oltre 24 mesi. Un altro intervento importante riguarda il controllo del filtro e del compressore, aggiungendo se desiderato un trattamento di igienizzazione.

Stato della ruota di scorta

Quando bisogna partire per un lungo viaggio è necessario essere preparati a qualsiasi tipo di evenienza, perciò è importante verificare che sia presente nel bagagliaio la ruota di scorta. Il ruotino andrebbe sempre fatto controllare da un gommista, per accertarsi della corretta pressione del pneumatico di emergenza e dello stato di usura.

Nessuno vuole ritrovarsi senza una ruota di scorta in buone condizioni in caso di foratura in una strada isolata, in autostrada oppure di sera. Oltre al ruotino è bene garantire la presenza del giacchetto catarifrangente, del triangolo e acquistare anche un kit di riparazione rapida, una schiuma che consente di gonfiare la gomma e raggiungere l’officina più vicina.

Funzionamento delle luci

Ogni automobilista deve garantire che il proprio veicolo sia sempre ben segnalato, quindi è indispensabile controllare l’impianto di illuminazione dell’auto prima di mettersi in viaggio. Le sanzioni in caso contrario possono essere piuttosto salate, con una multa per i fari non funzionanti fino a 335 euro.

Per evitarlo è bene verificare tutte le luci, soprattutto gli anabbaglianti, gli indicatori di direzione laterali, frontali e posteriori, comprese le luci di posizione davanti e dietro. Allo stesso modo bisogna dare un’occhiata alle luci di arresto del veicolo, fondamentali per avvertire le auto che precedono della decelerazione in atto.

Pulizia dei filtri

All’interno del check-up auto non deve mancare l’ispezione dei filtri, per capire se vanno puliti o eventualmente sostituiti. Si tratta di componenti essenziali per il corretto funzionamento del motore e degli impianti, perciò è necessario controllare soprattutto il filtro dell’aria e quello del carburante.

Di solito questo elemento è composto da una spugna assorbente, quindi per pulirlo va estratto e lasciato in acqua calda con uno sgrassatore per almeno 30 minuti. Infine è importante asciugare bene il filtro, spruzzando sulla superficie dell’olio specifico prima di montarlo di nuovo nel suo alloggiamento.

Revisione della batteria

Oggi le batterie per le auto moderne garantiscono un’autonomia elevata, inoltre i nuovi modelli non richiedono alcun tipo di manutenzione. Tuttavia bisogna sempre fare una revisione della batteria quando si deve affrontare un lungo viaggio, per assicurare che lo stato di carica sia adeguato.

In media le batterie durano all’incirca 3 anni, ma dipende da vari fattori come le condizioni d’utilizzo e l’efficienza dei sistemi elettrici. Ad ogni modo è importante usare un tester per verificare la carica e il voltaggio della batteria, controllare la presenza di ossidazioni sui morsetti e il corretto serraggio dei cavi.

Controllo dei sistemi di sicurezza

Un’operazione da effettuare almeno una volta l’anno consiste nella verifica dei sistemi di sicurezza attivi e passivi, un intervento da svolgere presso un’officina specializzata. I tecnici provvederanno a controllare il funzionamento dei dispositivi, utilizzando appositi software per comunicare con la centralina dell’auto.

Al giorno d’oggi i veicoli diventano sempre più sicuri e intelligenti, tuttavia siamo dipendenti dalla tecnologia e dobbiamo garantire che funzioni sempre in modo adeguato. Per questo motivo è indispensabile verificare gli airbag, l’ABS, il controllo di stabilità e tutti i sistemi ADAS presenti.

Verifica dei tergicristalli

Per terminare il check-up dell’auto prima di partire è necessario verificare lo stato dei tergicristalli, controllando sia quelli anteriori che posteriori. In base alle condizioni d’uso questi componenti possono usurarsi velocemente, compromettendo la visibilità soprattutto di notte o con la pioggia.

Per guidare in sicurezza bisogna vedere se il gommino è ancora in buono stato, altrimenti vanno sostituite le guaine. Inoltre è opportuno rabboccare il liquido dei tergicristalli, inserendo nella vaschetta un fluido appropriato con proprietà antigelo in inverno oppure tradizionale in estate.