var pageNames = document.URL.split("/"); if(pageNames.length <= 4 && pageNames[4] == "") {

} else { var page; if(pageNames.length > 3 && pageNames[4] != "") { for (var i=3; i 3) { page = pageNames[i-1] + "|" + pageNames[i]; } }

} }

Emissioni e circolazione di moto e ciclomotori

A partire dal 1999, in ritardo di alcuni anni rispetto agli autoveicoli, l'Unione Europea ha emanato una direttiva d'omologazione comunitaria dei veicoli a due ruote, che comprende anche dei protocolli specifici per il controllo e la riduzione dell'inquinamento ambientale.
Entrati in vigore gradualmente nel corso degli anni, i protocolli sono chiamati genericamente Euro 1-2-3. I motoveicoli non omologati sulla base della normativa europea (i cui ultimi stock sono stati commercializzabili fino al 17/6/2004) vengono invece indicati come Euro 0.
La sanzione per chi circola con veicoli non a norma con le normative vigenti per la classe di emissioni allo scarico di solito va da 75 a 450 euro.

Queste le omologazioni e le sigle per riconoscerle dalla carta di circolazione:

  • Euro 0: Commercializzati sino al 17/6/03, con una tolleranza di ulteriori 12 mesi per l'esaurimento delle scorte di fine serie. In realtà dalla fine del 2000 erano già praticamente tutti fuori commercio. Nessuna dicitura specifica sulla carta di circolazione;
  • Euro 1 (50cc e moto): In vigore dal 17/6/99 come norma d'omologazione, i mezzi Euro 1 sono stati commercializzati sino all'1/7/04; anche in questo caso con un anno di tolleranza per l'esaurimento delle scorte di fine serie. Sulla carta di circolazione riportano la dicitura "97/24 cap. 5 fase I", nel caso dei ciclomotori, e "97/24 Cap. 5" nel caso delle moto;
  • Euro 2 (50cc): in vigore dal 17/6/02, non è ancora stata superata dalla Euro 3, il cui protocollo è in attesa di essere promulgato a livello comunitario. Sulla carta di circolazione la dicitura è "97/24 cap. 5 fase II";
  • Euro 2 (moto): in vigore dall'1/4/03, sono stati commercializzati sino al 31/12/07, con ulteriori 12 mesi di tolleranza per quei modelli costruiti in non più di 5000 pezzi. Sulla carta di circolazione la dicitura è "2002/51/CE Fase A" oppure "2003/77 Fase A";
  • Euro 3 (moto): per i motocicli è il protocollo più avanzato. È in vigore dall'1/1/06. Sulla carta di circolazione la dicitura è "Rispetta Direttiva 2003/77/CE Rif. 2002/51/CE Fase B". Oppure dalla dicitura alternativa "2006/120/CE".

Come si vede, ci sono stati dei periodi di sovrapposizione nelle vendite di veicoli di categorie differenti. La legge stabiliva infatti delle date di obbligatorietà delle nuove omologazioni, lasciando tempo per l'esaurimento delle scorte dei veicoli omologati secondo i protocolli precedenti.



AutoM MotoMS

Scegli il tuo veicolo:

Fino a 50 cc

Motorini, scooter e moto targate

Sup. a 50 cc

Scooter e moto

Rinnova in pochi passi

Accedi all’area MyQuixa e rinnova in un click

Rinnova ora

In caso di incidente

Trovi tutte le indicazioni per gestire la pratica del sinistro.

Gestisci sinistro

Hai bisogno di aiuto?

Scopri come entrare in contatto con Quixa!

Contattaci

Metodi di pagamento:

Copyright 2017 © AXA Global Direct Seguros y Reaseguros S.A.U.
Rappresentanza generale per l’Italia - P. IVA n. 08439720965