var pageNames = document.URL.split("/"); if(pageNames.length <= 4 && pageNames[4] == "") {

} else { var page; if(pageNames.length > 3 && pageNames[4] != "") { for (var i=3; i 3) { page = pageNames[i-1] + "|" + pageNames[i]; } }

} }

Patente Auto - Come e quando rinnovare

La patente è il documento che consente di poter guidare un veicolo a motore sulle strade pubbliche. Viene rilasciata dalla motorizzazione civile della provincia di residenza dopo il superamento di un esame di teoria e di una prova pratica. Ma solo alle persone in possesso dei requisiti fisici e morali previsti dalla legge.



Come fare per...


Tutto quello che devi sapere per "gestire" la tua patente.


La validità della patente B dipende dall'età del titolare e dura 10 anni fino ai 50 anni, 5 anni dopo i 50 anni e fino ai 70 anni, 3 anni dopo i 70 anni. In ogni caso la data di scadenza è riportata sul documento. Per procedere al rinnovo è necessario:

  • Effettuare il versamento di 9,00 euro sul c/c postale n. 9001 intestato a Dipartimento trasporti terrestri, Roma;
  • Richiedere una visita medica di idoneità presso uno dei centri abilitati, portando la ricevuta del versamento di 9,00 euro, una marca da bollo di 14,62 euro e una fototessera;
  • Una volta superata la visita, l'autorità sanitaria che ha effettuato l'esame invia la documentazione al Dtt, che successivamente spedisce a domicilio un tagliando adesivo riportante la nuova data di scadenza da applicare alla patente di guida.

 

Dal 2001 la procedura per ottenere il duplicato della patente smarrita, rubata o distrutta, è stata semplificata.
Nella maggior parte dei casi, infatti, la richiesta può essere fatta direttamente presso gli uffici di pubblica sicurezza (Polizia Stradale, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale) quando ci si reca per denunciare il furto, lo smarrimento o la distruzione della patente.

Per avviare la pratica di duplicazione e ottenere un certificato provvisorio di guida, occorre presentarsi muniti di un documento di identità valido e 2 foto recenti formato tessera; il permesso provvisorio di guida, rilasciato dall'autorità di pubblica sicurezza presso cui si sporge denuncia, ha una validità di novanta giorni e serve per circolare in attesa del ricevimento del duplicato della patente.
Il permesso è valido solo in Italia. Entro 45 giorni dalla denuncia il duplicato viene recapitato per posta, con un costo di 7,80 euro da pagare direttamente al postino.
La patente eventualmente ritrovata dopo aver effettuato una denuncia per furto o smarrimento deve essere distrutta. In alcuni casi, per esempio con patenti molto vecchie, non è possibile per l'autorità di pubblica sicurezza verificare per via telematica i dati necessari alla richiesta del duplicato. In questi casi occorre rivolgersi agli uffici del Dtt seguendo l'iter tradizionale e presentando quindi:

  • L'apposito modulo di richiesta;
  • La ricevuta di versamento di 9,00 euro sul c/c postale n. 9001, intestato a Dipartimento trasporti terrestri, Roma;
  • 2 foto recenti formato tessera;
  • Il permesso provvisorio di guida rilasciato dall'autorità di pubblica sicurezza presso è stata fatta denuncia;
  • Per i cittadini extracomunitari il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno in corso di validità (da esibire in visione).


La patente a punti


La patente a punti è un particolare meccanismo sanzionatorio in vigore dal 30 giugno 2003, che mira a scoraggiare gli automobilisti dal commettere infrazioni stradali.

  • Ad ogni conducente, al rilascio della patente, vengono assegnati 20 punti;
  • Richiedere una visita medica di idoneità presso uno dei centri abilitati, portando la ricevuta del versamento di 9 euro, una marca da bollo di 14,62 euro e una fototessera;
  • Esauriti i 20 punti disponibili, il conducente deve ripetere gli esami della patente, sia quello di teoria che quello di guida. L'esame deve essere sostenuto entro 30 giorni dalla relativa comunicazione. Durante questo periodo è comunque possibile circolare.
  • I punti vengono sottratti dalla patente in base a una tabella delle penalità, che assegna a ogni violazione del Codice della Strada un punteggio variabile da 1 a 10 in base alla gravità della violazione stessa;
  • Se si commettono più violazioni contemporaneamente, i punti detratti dalla patente sono dati dalla somma dei punteggi delle singole violazioni, sino a un massimo di 15 punti;
  • A partire dal 1° ottobre 2003, i neopatentati, per ogni violazione commessa, perdono il doppio dei punti per i primi 3 anni dal rilascio;
  • I punti persi sono indicati nel verbale di contestazione consegnato al conducente. La decurtazione viene formalizzata con una comunicazione ufficiale spedita a domicilio.
  • E' possibile recuperare i punti persi frequentando degli appositi corsi istituiti presso le Autoscuole o altri soggetti autorizzati dal Ministero dei Trasporti;
  • Il conducente che per 2 anni consecutivi non commette infrazioni che comportino la sottrazione di punti:
    • torna automaticamente a 20 punti nel caso in cui ne abbia meno di 20;
    • ottiene due punti "omaggio" se ne ha almeno 20 (fino a un massimo di 30 punti).

Per verificare il saldo punti sulla patente di guida è possibile:

  • Utilizzare il portale dell'automobilista messo a disposizione dal Ministero dei Trasporti, registrandosi al sito e accedendo all'apposita sezione
  • Telefonare al numero 848.782.782 (la telefonata è possibile solo da telefono fisso, al costo di una chiamata urbana)


AutoM MotoMS
La targa dell'auto:
La data di nascita:

Se preferisci non indicare la targa clicca qui. Leggi l'informativa sulla privacy.

Rinnova in pochi passi

Accedi all’area MyQuixa e rinnova in un click

Rinnova ora

In caso di incidente

Trovi tutte le indicazioni per gestire la pratica del sinistro.

Gestisci sinistro

Hai bisogno di aiuto?

Scopri come entrare in contatto con Quixa!

Contattaci

Metodi di pagamento:

Copyright 2017 © AXA Global Direct Seguros y Reaseguros S.A.U.
Rappresentanza generale per l’Italia - P. IVA n. 08439720965