1 – Il navigatore.
“Vai a destra!” – “Oh dai, supera questo” – “Non correre!”. Queste (e tante altre) sono le frasi preferite del navigatore, uno dei compagni di viaggio più fastidiosi che ci siano. I GPS sono stati inventati apposta, anche se a volte sanno essere addirittura più detestabili. Fate così: fermate l’auto e fate guidare lui. Poi però non trasformatevi nel navigatore. 

 2 – Il deejay.
Ci sono persone che abbassano il volume dell’autoradio o che cambiano stazione mentre sta passando il nostro pezzo preferito. La verità è che chi guida decide la musica. È una regola non scritta che esiste da quando Henry Ford ha iniziato a produrre automobili in larga scala. Nel 1908 l’ha proprio detto: “E quando nel futuro potremo ascoltare il grammofono nei veicoli a motore, sarà il conducente a scegliere la melodia”. No, in realtà l’abbiamo inventato. Però di sicuro l’ha pensato. 

 3 – Il dormiglione. 

A volte, durante un lungo tragitto, l’unico compito del passeggero è tenerci svegli. Purtroppo però, ci sono persone che dopo 200 metri sono già nel mondo dei sogni mentre il guidatore deve sopportare il loro profondo russare. Non possiamo consigliarvi di svegliarli, potrebbero trasformarsi negli altri due tipi di compagni di viaggio da evitare.